Storia della chiesa

La chiesa di Vigorovea fu fondata nel 1326 per volontà testamentaria del padovano Jacopo de Zacchis, rimaneggiata nel corso dei secoli e restaurata nel 1605. La chiesa attuale, dedicata a S. Giacomo, è sorta ex-novo al posto della precedente, in stile neoclassico nel 1804 ed inaugurata nel 1817. La facciata risale al 1873-75; elegante nella composizione, è decorata da formelle in marmo rosa che raffigurano “Gesù tra i fanciulli”.
Il settecentesco altare maggiore, in marmo bianco di Carrara, è opera stupenda di Alvise Tagliapietra, uno scultore tra i migliori dell’epoca. Un tempo apparteneva all’oratorio di Vigorovea la quattrocentesca “Madonna col bambino”, rimasta fino al 1908, che oggi si trova nella chiesa di S. Nicolò a Padova.
Il campanile venne edificato nel 1793.